Via Nicolò Azoti, 28 (già via dell’Ermellino, 28)    091/447617
Top
Farmacia Ruggeri / Blog  / Riconoscere e curare l’orticaria

Riconoscere e curare l’orticaria

L’orticaria è un eruzione cutanea che può sviluppare bolle sulla superficie epidermica che causano prurito, gonfiore e delle sensazioni di dolore. Può svilupparsi a livello superficiale(epidermica) ed essere a localizzata in piccole zone o estesa ad una porzione di corpo maggiore. Se l’orticaria si sviluppa negli strati più interni dell’epidermide prende il nome di Angioedema.

Tipologie e sintomi

Il principale segno distintivo dell’orticaria è la comparsa quasi improvvisa di Pomfi(bolle) che possono andare dal rosa accesso al rosso scuro. Questi sintomi cosi come la patologia compaiono praticamente all’improvviso al verificarsi di determinati eventi. La sua origine può essere di diverso tipo. Ambientale (caldo, freddo, o esposizione ai raggi solari), può avere origine alimentare(spesso si ha l’orticaria acuta) o allergica.
Orticaria Acuta: sintomi di durata inferiore alle 6 settimane

  • L’orticaria acuta è quella più frequente da incontrare, spesso è di origine allergica causata dal contatto, dalla vicinanza o dall’ingerimento di qualcosa che, generalmente innocuo, fa praticamente impazzire il sistema immunitario che libera l’istamina. Questa sostanza favorisce l’infiammazione e la dilatazione dei vasi sanguigni causando gonfiore, prurito e sensazione di calore. L’orticaria allergica può svilupparsi mangiando arachidi, crostacei, uova, formaggi, kiwi e molti altri cibi comunemente tranquilli. Può svilupparsi a contatto con pollini e punture di insetti, soprattutto in primavera, con il contatto di profumi e cosmetici o anche da alcuni farmaci, come antibiotici, FANS, medicine contro i diabete e l’epilessia.
  • Orticaria Cronica: con sintomi di durata superiore alle 6 settimane
    Si parla di orticaria cronica quando i sintomo si presentano per un lungo periodo di tempo o quando questi vanno a ondate, sparendo e ricomparendo per più volte. E’ il caso delle malattie autoimmuni come può essere la celiachia oppure data da malattie reumatiche come l’artrite reumatoide e il lupus eritematoso sistemico. Può essere inserita in questa categoria anche l’orticaria da stress o psicosomatica che si verifica quando il nostro organismo, o meglio la nostra testa, deve affrontare qualcosa di cui nutre timore, come può essere ad esempio una visita medica o un esame.

Diagnosi

Per avere una diagnosi precisa del tipo di orticaria, si può ricorrere ad una visita specialistica che accerti, causa e possibile soluzione o attenuazione dei sintomi. I metodi utilizzati per capire se l’orticaria è di tipo allergico sono l’analisi del sangue per intercettare specifici anticorpi o un più diretto prick test che mette a contatto l’allergene direttamente con la cute, i risultati sono pressoché immediati e danno una risposta certa.

Trattamento

Per trattare l’orticaria si utilizzano farmaci antistaminici che appunto neutralizzano l’istamina. Un trattamento che da ottimi risultati è basato su un calcioantagonista con attività antistaminica. Altre categorie di farmaci utili possono essere gli antiserotoninici o gli anti leucotrieni. L’utilizzo di farmaci cortisonici è sconsigliato, oltre a poter causare molte reazioni avverse può portare alla cronicizzazione dell’orticaria. Il farmaco cortisonico oltre a bloccare i sintomi, blocca anche l’intero sistema dedicato al contrasto naturale dell’orticaria, portandolo a disabituarsi a reagire, e spesso alla fine del trattamento i sintomi possono tornare a presentarsi.

Farmacia Ruggeri