Via dell'Ermellino, 28, 90125 Palermo    091/447617
  
Top
Colesterolo alto- Farmacia Ruggeri

Colesterolo alto, i campanelli d’allarme e i rischi per la salute

Il colesterolo alto o ipercolesterolemia non ha sintomi particolarmente evidenti e può dipendere da vari elementi che vanno dall’età al peso, allo stile di vita.

Poca attività fisica, fumo, sedentarietà, eredità genetica: se il colesterolo supera il limite di 200, questi fattori possono esserne la causa determinando dei seri rischi per la salute.

Quello che deve preoccupare è il valore del colesterolo cosiddetto cattivo, ovvero la lipoproteina ad alta densità: se in quantità eccessiva questa proteina tende ad accumularsi sulle pareti dei vasi sanguigni provocando un indurimento e ispessimento.

Quali sono i rischi? Il rischio di questo progressivo accumularsi del colesterolo cattivo può aumentare il rischio di malattie cardiovascolari. Questi depositi o placche possono quindi ridurre il flusso di sangue attraverso le arterie e provocare complicazioni come l’angina pectoris, ovvero dolore al torace, braccia e mandibola, infarto del miocardio e ictus.

Fumo, alcool, un’alimentazione scorretta e la mancanza di esercizio fisico sono le principali cause del colesterolo alto, insieme alla presenza di ipertensione, diabete, malattie a reni o fegato e disturbi alla tiroide.

Anche la familiarità può rappresentare un fattore di rischio. Ma a parte l’ereditarietà genetica, il colesterolo alto può essere affrontato e migliorato con uno stile di vita più sano a partire dall’alimentazione, evitando quei cibi che rischiano di formare depositi nel sangue.

Il tutto unito ad una costante attività fisica. È dimostrato infatti che il movimento sia capace di aumentare i livelli di colesterolo buono che ha un ruolo importante nel corpo: rimuove il colesterolo in eccesso dalle cellule e lo porta nel fegato, per poi eliminarlo come scarto.

Prima di assumere medicinali o contemporaneamente ad essi, se prescritti dal medico, chi soffre di colesterolo alto deve in primo luogo modificare le sue abitudini, svolgendo almeno trenta minuti di attività fisica e cambiando la propria dieta.

Esistono alcuni alimenti che aiutano ad  abbassare il livello del colesterolo come l’avena, i cereali, le melenzane, frutta e pesci grassi, noci e in generale cibi ricchi di fibre. Da evitare invece il cibo grasso come uova, latticini e grassi di origine animale: il benessere inizia dalla tavola e dalle scelte quotidiane.